Villa Contarini a Piazzola sul Brenta: un giardino all’inglese piacevolissimo

Una della ville venete più grandi, se non la più grande! Ma pochi lo sanno (neanche noi!). E se vi dicessi che dietro la villa si apre uno stupendo parco all’inglese di 50 ettari con un lago artificiale di 5 ettari? E’ Villa Contarini a Piazzola sul Brenta!

Continua la lettura di Villa Contarini a Piazzola sul Brenta: un giardino all’inglese piacevolissimo

Monte Summano: 360° primaverili

L’idea del Monte Summano era venuta a Giorgia da qualche chiacchiera con i suoi colleghi e soprattutto ascoltando il disco Sulla testa dell’elefante, che qui ha avuto genesi.  Un monte abbastanza snobbato solitamente, perché a sud, perché non tanto alto, perché poco alpino forse…eppure è l’ultima propaggine della dolomia!

Per noi che abitiamo a Padova aveva molti punti a favore in quel weekend: vicino= dormiamo ore in più; vicino= colazione con calma; 500m di dislivello= dislivello onorevole; poco frequentato= tranquillità; 7 km= ottimo per riprendere fisico; basso= basta neve. E riprendendo lo slogan di una nota pubblicità: dove c’è dolomia, si sa, che per noi c’è casa!

Dove c’è dolomia, c’è casa.

Già la strada per arrivare è un pizzico avventurosa, con una parte sterrata, ma non tale da avere bisogno di fuoristrada. Stupenda e già piena di fiori.

Abbiamo percorso il sentiero delle creste parcheggiando al Colletto Grande di Velo, rientrando per la strada carrabile. Continua la lettura di Monte Summano: 360° primaverili

Outdooractive: un aiuto fondamentale dalle mappe invernali

Naufragando nella rete, in una mattinata in cui cercavo di placare la mia sete di montagna, ho trovato un tool che ho trovato abbastanza intelligente e utile. Sto parlando delle mappe fornite dal sito Outdooractive.com, in particolare di quelle invernali.

Queste mappe invernali, oltre a informazioni utili come curve di livello etc. e le piste da sci, hanno una caratteristica che è davvero interessante: visualizzano le pendenze con colori crescenti dal bianco all’arancione scuro.

Questo, in particolare in per scialpinisti e ciaspolatori, è davvero molto importante e fondamentale per la sicurezza, soprattutto se abbinato ad un metodo della valutazione del rischio a priori, in particolare se si usa il metodo 3×3 di Werner Munter.

Questo ultimo metodo, come abbiamo dimostrato qui, può essere, se correttamente applicato, veramente ottimo per la previsione del rischio.

Vale la pena di sfruttare anche questa possibilità, no?

Buone sciate!

 

Monte Grappa: l’inverno ti sorprende

Ad inizio gennaio, complice il buon tempo e la tenacia trascinatrice di Zamba, abbiamo fatto una piccola escursione sul Monte Grappa, più per sgranchirsi le gambe e godersi un po’d’aria che per velleità alpinistiche. Eravamo fermi da tempo, e il clima ancora senza neve ma con aria secca ci ha consentito panorami interessanti. Era la mia prima volta sul Grappa senza maltempo!

 

Distanza totale: 4.75 km
Totale salita: 358 m
Totale discesa: -319 m
Scarica

Proposte per le vostre domeniche: escursioni, itinerari, mete e aspetti naturalistici. Tanto materiale informativo, consigli e fotografie!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: