Archivi tag: Monte Grappa

Giorgio Gobbo a Rifugio Alpe Madre: neve, buona musica e buoni incontri

Prendi una domenica di piena primavera. Prendi un rifugio dove, per puro caso, non sei mai riuscito a passare. Prendi che è vicino e che è in montagna. Prendi che c’è la possibilità di musica…Perfect!
Peccato che in realtà a cima Grappa il 28 aprile è sostanzialmente pieno inverno, con tanto di spazzaneve in circolo! Poco male, in una atmosfera abbastanza calda e tranquilla siamo riusciti a gustarci una giornata con atmosfera speciale (e un po’alcolica).

Continua la lettura di Giorgio Gobbo a Rifugio Alpe Madre: neve, buona musica e buoni incontri

Ferrata Guzzella: quando il Grappa ci irride per la seconda volta

Mesi di inattività. E dove andiamo con poca macchina e abbastanza dislivello per poter cominciare un allenamento serio? Sul Grappa a fare la ferrata Guzzella!

La mattina parte tranquilla, sveglia tarda, sole, caldo, praticamente primavera. Rivedo Zamba dopo un po’di tempo.
L’ultima ferrata della stagione scorsa l’ha fatta con me. Attenzione a questo particolare.
L’avvicinamento alla Guzzella parte da San liberale, alle pendici del Grappa, ed è simile a quello della ferrata Sass Brusai: un fastidio che parte subito violento.
Dopo un traverso abbastanza in quota nel bosco,dove siamo soli, ad un certo punto, la svolta in mezzo alle foglie secche: va su dritta, dritta per le curve di livello.
Conto a naso 400 mt di dislivello in un ora fino ad adesso, ma adesso? mancano 200 mt in teoria all’attacco…e poi lo vediamo…è li quel ca**o di cartello del cavolo, li in cima.
Zamba mi guarda e mi dice “ma è quello li?”. Si, entrambi ci rendiamo conto che è quello li il cartello.
Si “rumega” nel sottobosco fino al cartello, che a pochi metri conduce all’attacco. Ci sediamo su alcune rocce e tiriamo fuori l’imbrago.

Continua la lettura di Ferrata Guzzella: quando il Grappa ci irride per la seconda volta

Monte Grappa: l’inverno ti sorprende

Ad inizio gennaio, complice il buon tempo e la tenacia trascinatrice di Zamba, abbiamo fatto una piccola escursione sul Monte Grappa, più per sgranchirsi le gambe e godersi un po’d’aria che per velleità alpinistiche. Eravamo fermi da tempo, e il clima ancora senza neve ma con aria secca ci ha consentito panorami interessanti. Era la mia prima volta sul Grappa senza maltempo!

 

Distanza totale: 4.75 km
Totale salita: 358 m
Totale discesa: -319 m
Scarica

CAI Corso E2: Monte Grappa…schivando il maltempo!

Era tutta la settimana che il meteo diceva implacabile: acqua (ma proprio acqua acqua acqua)!

E così il Direttore ha giustamente scelto di spostare l’uscita su una quota più bassa e un itinerario più sicuro. Appena aperta la finestra alle 5.40 già pioveva, ma poi arrivati su, oltre qualche litrata iniziale, abbiamo avuto veramente fortuna!

Il gruppo “Ma non era un corso di zumba questo?” ha ideato la maglietta ideale per le alzatacce: la maglietta promemoria! Grandi Eve e Benny, grazie!

15_06_14_01

Un pensiero a Fabio, corso in ospedale poco dopo la partenza con dolori addominali molto forti.

 

 

Distanza totale: 12.93 km
Totale salita: 924 m
Totale discesa: -878 m
Scarica