Sacca degli Scardovari, quando sei alla ricerca di orizzonti lunghi

Abbiamo scoperto la Sacca degli Scardovari girovagando appena dopo l’apertura del lockdown. Un posto sicuramente dove si respirano spazi aperti e il sapore della laguna del Parco del Delta del Po’, e che onestamente dal grigiume della pianura un po’ci ha sorpreso!

Lo consigliamo all’inizio della primavera, quando si esce dall’inverno per assaporare il primo sole.

Sacca Scadovari

Giorgio M.

Ingegnere, amante della natura e suo frequentatore, da sempre, in molte declinazioni, membro del Club Alpino Italiano, preferisce la montagna ma è curioso di conoscere e scoprire altri ambienti. Ama le altezze, i boschi, i luoghi selvaggi e solitari e gli piacciono i viaggi alla scoperta di cose nuove. Senza la pretesa di essere un esperto, ha aperto questo sito per consigliare e invogliare i più pigri verso le rughe più belle e più nascoste della terra, spesso a due passi da casa. Dettagli attività.

Vuoi dire o chiedere qualcosa? Scrivilo qui!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.