Archivi categoria: Viaggi

Speciale Scotland: tra fantasmi, scogliere, highland e whiskey

E cosi le foto alla fine le abbiamo quasi tutte riordinate…e ne abbiamo scelte alcune da portare qui, a corredo di un viaggio che rimarrà a lungo a ronzarci in testa.
Insomma il viaggio che non si poteva fare, perchè il tempo e perchè i soldi e perchè perchè perchè…alla fine lo abbiamo fatto!
Ed e stata una figata!

Continua la lettura di Speciale Scotland: tra fantasmi, scogliere, highland e whiskey

Speciale: Costa della morte (Galizia), un nome cupo per la fine del mondo

ll nome un po’spaventa, ma la Costa della Morte in Galizia (Spagna) racchiude spiagge e scogliere incantevoli. Snobbata dai camminatori di Santiago, e snobbata dai turisti del mare, resta una costa autentica con cogliere imponenti, fari ed erica. La parte più complicata? Arrivarci! Noi abbiamo prenotato hotel e auto tutto in una notte all’ultimo momento, alla fine ne è venuta fuori una vacanza avventurosa ma non troppo.

Continua la lettura di Speciale: Costa della morte (Galizia), un nome cupo per la fine del mondo

Salita ad “Iddu”, il vulcano signore di Stromboli

Salire su un vulcano attivo non è cosa da tutti i giorni. Anche se non si può considerare una vera esperienza “no-limits”, quando arrivi in cima e senti il respiro di questo drago ti rendi conto che sei veramente piccolo piccolo. Paura e fascino insieme.

Contemporaneamente c’è un pizzico di ironia a pensare ad un gruppo nutrito di turisti che aspetta sulla cima di un vulcano incitandolo ad una bella eruzione. Se metti a fuoco l’idea nella sua semplicità ti senti un po’scemo.

Iddu, come viene chiamato il vulcano, è il vero signore dell’isola. Lui detta gli spazi antropici, lui scandisce con le sue sbuffate i ritmi. E gli strombolani conoscono questo cuore pulsante come il loro. Me lo faceva capire bene Chiara, una ragazza dell’isola, spiegandomi che nel 2003 c’era stata una colata importante e che il vulcano era abbastanza tranquillo, e me lo confermava Zazà, la nostra guida sul vulcano. Era come se parlassero di un familiare irascibile.

La salita inizia appena il sole sparisce dietro il vulcano. All’ombra di questa rupe nera ci si inerpica prima attraverso la macchia mediterranea e poi nella parte sommitale sulla lava. Salendo, non tanto le eruzioni, ma l’eccezionale panorama verso il mare al tramonto che offre questa montagna di quasi 1000 m sul mare è sorprendente.

Poi, mentre il vento tira teso e il sole sta calando, senti un tonfo del cuore, uno di quei tonfi che sconfinano nelle paure ancestrali. Continua la lettura di Salita ad “Iddu”, il vulcano signore di Stromboli