Cinque torri: easy per riprendere

Un giretto per partire lenti la mattina e ricominciare a mettermi in forma dopo mesi di segregazione.

Un amica che fa servizio in un rifugio.

Questo il risultato del nostro giro verso alcune delle “micro” cime più frequentate delle dolomiti, la palestra di roccia della conca ampezzana e dei mitici Scoiattoli: le Cinque Torri.

Purtroppo alcuni tratti ancora chiusi per la troppa neve non ci hanno fatto attraversare le Cinque Torri, ma è un giro, accorciabile per i poco allenati (o volenterosi) con la seggiovia, che da la possibilità di vedere alcuni dei panorami più belli. Incredibile la vista sulla Tofana di Rozes e sul Lagazuoi. E alla fine anche l’Averau e Nuvolau.

Forse…vien quasi voglia di allungarlo sto giro!

Giorgio M.

Ingegnere, amante della natura e suo frequentatore, da sempre, in molte declinazioni, membro del Club Alpino Italiano, preferisce la montagna ma è curioso di conoscere e scoprire altri ambienti. Ama le altezze, i boschi, i luoghi selvaggi e solitari e gli piacciono i viaggi alla scoperta di cose nuove. Senza la pretesa di essere un esperto, ha aperto questo sito per consigliare e invogliare i più pigri verso le rughe più belle e più nascoste della terra, spesso a due passi da casa. Dettagli attività.

Vuoi dire o chiedere qualcosa? Scrivilo qui!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.